Se non sai cosa fare da grande, se ti sembra di non avere alcun talento, se sei alla ricerca del tuo ikigai, se pensi di non meritare una carriera migliore, se credi di non essere all’altezza per seguire i tuoi sogni, se ti manca la forza di volontà, se non sai nemmeno dove iniziare per cercare il tuo proposito nella vita, Benvenuta, questo posto è per te. 

Non bisogna arrivare al burnout per potersi dire infelice di lavoro. Si è infelici di lavoro anche quando ci si sveglia scontenti ogni lunedì, quando la quotidianità così com’è diventa solo un tran tran tra un venerdì e l’altro, quando l’unico momento di vitalità sono le ferie e si passa un intero anno in attesa di quel momento.

Si è infelici di lavoro quando le mansioni che si svolgono non corrispondono a ciò che fa brillare i tuoi occhi, danzare la tua anima.

So che ti hanno convinto del contrario. So che ti hanno sempre detto che bisogna fare dei sacrifici, lavorare duramente per assicurarsi un minimo di certezze. 

La verità è un’altra. Se ti guardi bene intorno scoprirai che quelli che lavorano duramente non ottengono nessuna sicurezza se non quella di dover lavorare ancora più duramente. Viviamo in un’epoca in cui la capacità di risparmio della nostra generazione è praticamente azzerata. Quindi l’unica certezza che un lavoro tradizionale ci dà è quella di ricevere lo stipendio a fine mese, e abbiamo tutti potuto riscontrare come questa sia una certezza piuttosto labile. Basta una chiusura forzata di due mesi per farci tremare di paura non per il domani, ma per l’oggi stesso. 

Qual è quindi lo scopo dell’accontentarsi di un lavoro che non si ama e che non ci dà nessuna sicurezza?

Ancora prima di questo lockdown ho avuto modo di toccare con mano la precarietà dei nostri lavori, il fallimento dell’azienda per la quale lavoriamo, il cambio nella dirigenza alla quale non andiamo più a genio, le crisi aziendali e le riduzioni dell’orario, ogni cosa poteva potenzialmente minare le nostre illusorie certezze.

E allora tanto vale investire il proprio tempo a costruirsi qualcosa di solido e che nessuno può portarci via, le nostre certezze interiori.  

Curiosa di sapere quali siano? Sono i tuoi talenti, le cose che ti riescono meglio quelle che poi ti ripagano di più. 

Tu sei qui per esprimere il tuo vero potenziale, per far danzare la tua essenza. Per servire il prossimo con il tuo autentico talento. 

Non ti piacerebbe scoprire qual è?

Non ti piacerebbe avere forza a sufficienza per credere in Te e nel tuo vero Progetto di Vita?

Il tempo della tua vita:

1 %
A DORMIRE

Se dormiamo il 33% del nostro tempo e il 25% lo passiamo al lavoro, dove finisce il resto del bene più prezioso che abbiamo? Non è vero che non abbiamo tempo. Lo investiamo a fare un lavoro che non amiamo, lo investiamo a compiere gesti banali, a guardare la tv, a perderci in lamentele. Bastano 2 ore al giorno tutti i giorni dedicate al tuo autentico Talento per vivere in modo significativo ogni minuto del tempo della tua vita. 

1 %
a fare un lavoro che non ami

Passiamo gran parte del nostro tempo a fare cose per altri, che non ci stimolano, che non fanno esprimere la nostra vera Essenza. 
Vale la pena dare tutto questo tempo della nostra vita in cambio di un’illusoria sicurezza economica che con un po’ di fantasia e un pizzico di coraggio potremmo costruirci da soli?

Tutto quello di cui hai bisogno per trasformare il tuo Talento nel tuo Progetto di vita:

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Se hai 30 anni e non sai cosa fare da grande

Ti vedo, stai facendo un lavoro che non ti dà grandi soddisfazioni. Non sei infelice, ma non sei nemmeno contenta. Vivi una vita che definiresti mediocre, ma sei quasi rassegnata perché ti sembra di non avere un proposito nella vita. Pensi di non avere alcun talento in particolare e hai paura che finirai per fare lo stesso lavoro noioso per

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Non è mai troppo tardi

Tu non hai una data di scadenza. Sono qui solo per dirti questo. Qualsiasi cosa tu voglia raggiungere, qualsiasi cambiamento tu voglia mettere in pratica, tu non hai una data di scadenza. Se pensi di dover raggiungere un certo stile di vita entro i tuoi 30 anni, bene- ponitelo come obiettivo, ma non usarlo come scusa per rassegnarti. Se avresti

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Come smettere di odiare il tuo lavoro

Se odi il tuo lavoro lo sai. Magari durante l’aperitivo racconti una versione edulcorata della realtà perché ti vergogni di ammettere di avere una carriera miserabile, ma quando sei tra te e te lo sai benissimo che detesti il tuo ambiente di lavoro, le mansioni senza senso alle quali dedichi il tempo della tua vita.  Io ero come te. Le

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Come investire su te stessa

Settembre è il momento di bilanci e ponderazioni. È anche il momento in cui ricomincia la scuola, con tutte le difficoltà dettate dal momento che stiamo vivendo e l’inizio dell’anno scolastico ha sempre segnato per me una specie di capodanno, un inizio nuovo.  È a settembre, più che a gennaio, che programmo i miei impegni, che faccio i bilanci e

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Come cambiare durante la crisi

So come ti senti. Sei in crisi. Sei in crisi perché siamo tutti in crisi. Sei in crisi perché non vuoi tornare alla vita di prima, ma allo stesso tempo hai paura di non riuscire a mantenerti. Sei in crisi perché non ti senti brava abbastanza per tirare fuori il sogno nel cassetto, eppure hai capito che la vita non

Posto Fisso
Aleksandra Cvjetkovic

Anno sabbatico per trentenni

Il periodo che ci lasciamo alle spalle ha mostrato a molte persone l’insensatezza delle vite che conduciamo.  Ci infiliamo nel traffico, soli nelle nostre auto, e passiamo la maggior parte del nostro tempo chiusi in un luogo che a fine giornata non ci lascia nulla di soddisfacente.  Attendiamo con ansia la fine della giornata lavorativa, il fine settimana, le ferie.