fbpx

I soldi non bastano mai

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Se ripeti spesso questa frase a te stessa, sappi che è una convinzione. Questo è l’esempio tipico di una convinzione limitante.

I soldi non bastano mai. 

In assoluto, non è vero che i soldi non bastano mai. 

Sono le nostre pretese a essere illimitate. E’ il nostro senso di sicurezza a essere interamente collegato al nostro portafogli. Pensiamo, limitatamente, che più soldi abbiamo più siamo tutelati. E non negherò che il denaro, se utilizzato in maniera intelligente, può aprire molte porte ed essere fonte di sicurezza e benessere, ma se attribuiamo al denaro tutti questi significati vuol dire che dentro di noi c’è un senso di insicurezza e di ingratitudine sul quale lavorare.  

Tuttavia non sono i soldi a fare la differenza, ma le idee, le intenzioni, la direzione chiara.

Una persona senza idee, che non sa dove vuole arrivare può avere tutti i soldi del mondo, ma non riuscirà a comprare la propria missione nella vita.

I soldi bastano eccome. Siamo noi che abbiamo scarsa educazione finanziaria. 

Il modo migliore per avere la sensazione che i soldi bastano è quello di iniziare a costruirsi una consapevolezza finanziaria. Questo significa lavorare su se stessi, osservare quali definizioni diamo ai soldi, a cosa cerchiamo di sopperire con l’accumulo del denaro e allo stesso tempo fare un lavoro pratico, esercitarsi nel minimalismo volontario, ridurre spese inutili, sprechi involontari e imparare a farsi bastare ciò che si ha.

Se fai fatica a risparmiare, qui ho raccolto una serie di metodi che possono esserti d’aiuto a mettere dei soldi da parte quest’anno.

Quello che trovi qui:

Fai il punto della situazione

Il primo passo nella gestione del denaro è quello di conoscere dove ti trovi ora. E’ un passaggio che molti preferirebbero evitare, la sottoscritta compresa. Per anni ho avuto paura di controllare i miei estratti conto, come se non guardarli mi permettesse di sfuggire alla realtà.

La vera svolta è stata quando ho preso la situazione in mano e ho capito dove andavano a finire i miei soldi. Hai presente la sensazione, no? Quando dici, ma dove sono finiti tutti i soldi di questo mese? Ecco, è esattamente questo che va evitato. Devi sapere dove finiscono i tuoi soldi, conoscere le spese di tenuta conto, l’ammontare delle bollette mensili, fare una previsione delle spese condominiali in modo da poterle spalmare su tutto l’anno invece di ritrovarsi a secco il mese in cui devi versare la rata. 

Devi conoscere le tue spese fisse- affitto, mutuo, assicurazioni, bollette, spese condominiali, rate dei finanziamenti, abbonamento a netflix, bollo della macchina, il fondo vacanze, i regali ecc e quanto incidono sul tuo reddito. 

Poi fai una stima il più possibile accurata delle tue spese variabili, come gli acquisti alimentari, la cosmesi, l’abbigliamento, il parrucchiere, l’estetista, quei 50 euro al mese che spendi in libreria e di cui non ti accorgi nemmeno, i caffè al bar, i pranzi fuori, gli apertivi ecc. Osserva il tuo comportamento e le tue abitudini di spesa e annotale su un foglio excel.

money, coin, investment

Nascondi i soldi a te stessa

Se vuoi risparmiare devi automatizzare il più possibile l’operazione di mettere via i soldi da parte. Se devi impiegare un determinato sforzo e atto di volontà ogni mese- come mandarti un bonifico su un conto a parte- allora prima o poi cederai alla tentazione di spenderli, dirai a te stessa “lo farò più tardi” e finirai per interrompere la sana abitudine del risparmio.

Puoi programmare un bonifico ricorrente automatico che ogni volta che entra lo stipendio manda una cifra prestabilita sul tuo conto corrente di risparmio. 

Puoi usufruire di conti correnti online che spesso offrono la possibilità di avere uno “spazio” riservato al risparmio dal quale non puoi attingere per le spese quotidiane.

Quando accantoni una cifra fissa dallo stipendio, quello che resta lo devi dividere tra le spese mensili: affitto/mutuo, bollette, alimentari, gli extra. 

Se quello che rimane, tolta la quota destinata al risparmio, non è sufficiente a coprire le spese di prima necessità, allora significa che non hai una questione di gestione del denaro, ma che il tuo reddito è troppo basso per far fronte al minimo necessario. 

Una persona senza idee, che non sa dove vuole arrivare può avere tutti i soldi del mondo, ma non riuscirà a comprare la propria missione nella vita.

Elimina il superfluo

Ti serve davvero l’abbonamento a netflix? Certo, potresti vederlo come relax dopo che hai lavorato tutto il giorno. Però, hai mai pensato in quante cose spendi inutilmente per compensare una vita insoddisfacente?

In passato ho sofferto di shopping compulsivo, perché acquistare cose molto care quanto inutili era un modo per compensare l’insoddisfazione professionale. La mia quotidianità faceva schifo e allora mi gratificavo comprando cose. Peccato che la gratificazione durava molto poco. Quello che subentrava era il senso di colpa di aver fatto un acquisto inutile e che spesso era anche fuori dal mio budget. Volevo dimostrare a me stessa che il tempo della mia vita che veniva comprato a basso prezzo serviva a comprare cose ad alto valore economico che mi forniva una specie di status symbol e la giustificazione per aver svenduto la mia vita e la mia vera vocazione. 

Attenzione, però. Non cadere nella tentazione di privarti di qualsiasi piacere nella vita. E’ esattamente l’estremo opposto alla dipendenza da shopping compulsivo. 

Risparmio non significa privazione, ma equilibrio. 

Inventati un lavoro dal quale non devi evadere

office, notes, notepad

Vedi, il problema è tutto qua. Prendiamo la vita troppo seriamente. Entro i 30 anni dobbiamo avere chiaro tutto. Dobbiamo sapere che cosa vogliamo fare da grandi. Dobbiamo essere già sposati e aver acceso un mutuo ultraventennale. Guai a pensare fuori dalla scatola. Guai a desiderare qualcosa di diverso. 

Per carità, molte persone sono soddisfatte della carriera e della vita che si sono costruite. Ma io non ho creato Soulmentor per parlare a quelli che stanno bene così come stanno. 

Soulmentor è qui per parlare a quelli che sentono l’anima bruciare per qualcosa di entusiasmante, profondo, epico. 

Soulmentor è qui per quelli che sentono che là fuori c’è la loro vocazione, la loro missione di vita e sono disposti a investire tempo e risorse nel trovarla. 

Ecco, se sei una di quelle persone, che desidera una vita alle tue condizioni e ora la tua quotidianità fa schifo, sono qui per dirti che una strada c’è. 

Specie se fai un lavoro che ti basta appena per farti pagare le bollette, dimmi, che convenienza hai a continuare una vita insoddisfacente quando tutto il tempo che dai in cambio di uno stipendio basta appena a farti sopravvivere? 

Lo so che hai paura di uscire dal seminato, perché pensi che una strada non battuta sia più pericolosa, che dia meno sicurezze.

Ma siamo onesti, che sicurezza hai della tua condizione attuale? La sicurezza di poter pagare l’affitto e le bollette?

La vita è un po’ più di così. Forse, dico forse, è il caso di onorarla davvero. E se devo pensare al miglior modo per onorare la Vita è quello di fare quello che si ama. 

Ora, tu potresti obiettare dicendo che è difficile, che ci vogliono risorse, ci vuole tempo, ci vuole un talento speciale, delle competenze, ci vogliono idee, soldi. Tutto vero e tutto falso allo stesso tempo.

L’unica cosa di cui realmente bisogno è il desiderio di cambiare. Quando decidi che è arrivato il momento, tutto il resto congiura affinché ti arrivi ciò di cui hai bisogno. 

E poi, tocca mettere da parte un po’ di pigrizia. Per capire cosa vuoi davvero ci vuole tempo, ci vuole ricerca, ci vuole impegno. Oppure ti puoi far aiutare da qualcuno che l’ha già fatto, qualcuno che vede dall’esterno, con più obiettività e accorciare così un poco i tempi. 

Una volta capito cosa vuoi e cosa non vuoi, forse dovrai completare delle lacune, studiare qualcosa di nuovo. Qui ci vorrà del tempo e forse dei soldi. Ma per trovare il tempo basta svegliarsi prima, guardare dove perdi del tempo in attività che non ti portano nulla e dedicarlo a qualcosa di significativo. Per trovare i soldi invece basta tagliare le spese superflue e investire di più su se stessi. Per esempio se hai l’abbonamento a netflix lo disdici per due motivi: ti fa perdere soldi e ti fa perdere tempo. Il vestitino che “tanto desideri” che tanto ti “farebbe felice” lo compri in futuro. Si tratta di piccole rinunce che in realtà sono investimenti per il futuro. 

Non riesci a fare nessun taglio, perché sei già al minimo, considera di trovare un lavoro stagionale, più redditizio, magari con la formula del vitto e alloggio incluso, così tagli le spese dell’affitto e hai la possibilità di risparmiare di più. Lavori dai 6 ai 9 mesi, risparmi e investi nella formazione. 

Oppure, ti costruisci un percorso formativo quasi gratuito: leggi i libri di settore, frequenti gruppi facebook, ti unisci ai meetup, segui canali su youtube dedicati, prendi appunti, assimili e inizi a riflettere fuori dalla scatola.

Capisci che le possibilità sono infinite? E’ solo che non hai l’occhio allenato per vederle.  

E il discorso soldi? Quando fai una cosa che ami fare e la fai bene, la passione viene percepita da chi ti sta intorno, devi solo trovare il modo di far spargere la voce e di dare valore alle persone. Magari ci vorrà del tempo, non ti voglio illudere che sia una cosa istantanea e che il percorso sia privo di ostacoli e di momenti in cui inciampi e ti chiedi cosa è successo, ma quello che posso assicurarti è che se perseveri su quella che è la tua strada, a patto che sia davvero la tua strada, le soddisfazioni economiche non tardano ad arrivare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lasciati ispirare da Soulmentor