fbpx

Come trasformare le difficoltà in risorse

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ci insegnano da quando siamo piccoli a scappare dalle difficoltà.

Ci dicono di rifugiarci in un lavoro sicuro, per non incontrare le difficoltà economiche. 

Ci indicano a scegliere le università che ci garantisce lo stipendio più alto e la carriera più accessibile, affinché non ci scomodiamo a fare troppa e faticosa gavetta.

A volte ci spingono verso un lavoro pubblico, anche se questo significa passare le giornate a mettere timbri su documenti che non hanno nessun senso per noi. 

Tutto nel nome di una sicurezza che non esiste.

E’ comodo, non lo nego.

Ma la vita è un susseguirsi di problemi da affrontare e trasformare in risorse. 

Non puoi annullare tutti i tuoi problemi. 

Il momento in cui si annullano i tuoi problemi è il momento in cui sei morto.

Le difficoltà fanno parte del processo dell’apprendimento. Se togli le difficoltà diventi come uno stagno. Senza movimento. Senza fluire. Non diventi più calmo. Né tantomeno più felice. 

Ti annulli.

Se ti dicessi che le tue difficoltà sono la tua più preziosa risorsa?

Dicono che a nessun uomo venga dato più di quanto non sia in grado di sopportare. E anche se mentre stai in mezzo alla tempesta ti sembra una frase fatta, una volta che ne sei fuori ti rendi conto di quanta verità ci sia in questo.

A nessuno viene dato più di quanto non sia in grado di sopportare. 

Un lutto, una guerra, ristrettezze economiche, violenza subita, mancata maternità, crescere da soli, crescere da orfani, avere genitori violenti, suicidio di un proprio caro, abbandoni, amori non corrisposti, aborti, incidenti di macchina, operazioni, povertà, depressione, malattia. 

Nel corso degli ultimi 6 anni ho visto ogni sorta di storia. Ora quando guardo un altro essere umano non vedo solo un corpo, non vedo solo la tristezza, la rabbia, una maschera di felicità o una gioia autentica, una forza della natura. Quello che vedo è l’universo intero.

Noi siamo il risultato delle tempeste che ci hanno plasmato. A volte le nostre tempeste sono lievi rovesci primaverili. A volte sono autentici tornado. Ricordiamoci che mentre stiamo in mezzo tutto sembra insormontabile. Ricordiamoci che mentre stiamo nella nostra testa e ci identifichiamo con le nostre paure, le nostre emozioni, le nostre convinzioni ogni cosa appare più grande di quella che è.

E’ solo nel momento in cui ne prendiamo le distanze che tutto si ridimensiona.

Vedi, tu sei tu grazie a tutto il tuo vissuto, ma allo stesso tempo non sei il tuo vissuto.

Quello che trovi qui:

Come far diventare le tue difficoltà la tua più grande opportunità?

Se rimani chiusa nella tua esperienza a piangerti addosso della sorte che ti è toccata le cose non potranno che peggiorare per te. 

Te lo dico per esperienza.

Lamentarsi del proprio destino, della propria storia, della propria condizione ti fa solo sprofondare nel buio della depressione. 

Io non sono una life coach che si metterà a fare dei gesti eclatanti, a urlare per motivarti. 

Non sono quel tipo di persona.

Io sono qui per dirti che c’è un momento per stare nel lutto, chiusi in se stessi, osservare il proprio stagno, piangere, lamentarsi, stare in raccoglimento e poi c’è un momento in cui riunisci tutte le tue forze, osservi quanto potenziale hai e che potresti utilizzare per stare meglio. 

 Il modo migliore che io conosca per trasformare le tue difficoltà in opportunità è quello di metterle al servizio degli altri.

Pensi di essere la sola al mondo ad aver avuto quella particolare difficoltà? Non è così. 

Pensi di non avere proprio nulla da dare agli altri? Ti sbagli.

Pensi che ormai tutto sia stato già detto, che se qualcuno ha bisogno di una mano ci sono persone migliori di te? Non è così. 

La tua esperienza è ciò che ti rende unica. Non serve diventare divulgatori, scrivere libri, fare conferenze, studiare per diventare terapeuti per portare il proprio messaggio nel mondo. 

Parti dal piccolo. Prendi la tua difficoltà e condividila. Scoprirai con meraviglia che attirerai i tuoi simili, che chi ti starà di fronte ad ascoltarti avrà molto da imparare e comprendere dalla tua esperienza. Sarai d’aiuto e allo stesso tempo la tua difficoltà diventerà una risorsa: per te e per gli altri.

overcoming, stone, roll

La tua difficoltà può alimentare il tuo talento

Un esercizio che faccio fare spesso alle persone che scelgono di lavorare con me è quello di far  compilare loro una lista delle difficoltà che hanno superato nella vita. 

Qualcosa che hai superato può essere il pezzo mancante di un tuo talento e venire trasformato in una vera e propria professione. 

Ti sembra assurdo?

Fai una lista di tutti gli ostacoli che hai superato, dal più piccolo a quello che ti sembre più importante. 

Fai una lista di tutte le esperienze che hai vissuto, anche quelle che ti sembrano le più ovvie e scontate, quelle che pensi che tutti siano in grado di affrontare.

Ti faccio degli esempi. Sei in grado di gestire budget ridotti e sei bravissima a risparmiare. Sei riuscita a superare il giudizio degli altri in merito alla tua maternità, sappiamo bene quanti pregiudizi ruotano intorno alla maternità, come chiunque abbia da ridire la sua in merito ad allattamento, educazione, genitorialità. Puoi utilizzare questa tua esperienza e metterla a disposizione di altre neomamme.

Hai dovuto affrontare un lutto in seguito alla morte di una persona cara. Puoi essere d’aiuto per gli altri.

Ti sei negata una sana sessualità per anni e ne sei venuta fuori costruendoti una vita sessuale felice e appagante. Non sei l’unica ad aver avuto questa difficoltà nel mondo, potresti fare la differenza per molte donne. 

Hai tre divorzi alle spalle, ti sei sentita un fallimento per decenni e non hai mai saputo come si fa ad avere una relazione felice fino a che non hai scoperto che dovevi investire nella relazione con te stessa. Hai idea di quante persone rimangono invischiate nelle relazioni tossiche, malsane, quanti si accontentano di chiunque pur di non stare da soli, quanti si sentono un fallimento dopo un divorzio, un tradimento, la fine di una storia? Potresti prendere la tua esperienza di vita e trasformarla in un regalo immenso per qualcun altro.

Capisci che non ci sono limiti?



Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lasciati ispirare da Soulmentor

Spiritualità pratica
Aleksandra Cvjetkovic

Come iniziare a meditare

Quando meditiamo viviamo il tempo presente. Vivere il tempo presente significa essere immersi nel qui ed ora, l’unico momento dove possiamo esprimere le nostre potenzialità.

Leggi Tutto »